14/04/2020 - Anche la Sierra Leone sta oramai affrontando l’emergenza sanitaria a seguito della diffusione del Covid19, il coronavirus che sta mettendo in ginocchio quasi tutti i paesi del mondo.
Per combattere la diffusione del virus, il Lovebridges Health Centre ha avviato la produzione della clorina in grosse quantità e la sua distribuzione alla comunità di Lokomasama.
Il nuovo laboratorio che è stato attrezzato e allestito qualche mese fa, al servizio del centro medico proprio per la produzione di cloro, argento colloidale e sapone liquido, da qualche giorno ha iniziato a lavorare anche per l’uso extraospedaliero: la clorina prodotta verrà infatti distribuita nelle case per sanificare ambienti e oggetti e per lavarsi le mani.
Il macchinario utilizzato è composto da una parte elettronica, a cui sono collegati degli elettrodi che, immersi in un composto di acqua e sale, lo trasformano in cloro.

Ad oggi, in Sierra Leone sono stati registrati 10 casi di persone positive al virus: si trovano principalmente nel'area della capitale, Freetown.
Il fenomeno al momento sembra contenuto, ma una crescita abbastanza rapida si sta registrando nella vicina Guinea.
Il Presidente della Repubblica già da metà marzo, a fini preventivi, impose la quarantena a tutti i viaggiatori provenienti dai paesi non africani e la chiusura dell’aeroporto.

  

   

         

Associazione Onlus Lovebridges
Via Ferraris, 16 09016 Iglesias (CI)